Sbiancamento Sbiancamento
Il sorriso e i denti di una persona sono tra le prime cose che noi guardano quando comunichiamo con gli altri. Un bel sorriso dà un'idea di igiene, di ordine, e contribuisce a valorizzare l'intero individuo. Al contrario invece la visione di denti gialli, sporchi e con tartaro danno l'idea di una persona che non si cura. L'estetica dentale, con l’avvento delle nuove tecnologie e di nuovi materiali, che simulano perfettamente nel colore e nella luminosità il dente naturale, riesce in interventi estetici conservativi fino a qualche anno fa inimmaginabili. Grazie alle innovative tecniche di sbiancamento è possibile anche ridare luminosità ad un sorriso senza alterare la struttura del dente. PRINCIPALI ZONE DI INTERVENTO DELL'ESTETICA DENTALE: faccette in ceramica sbiancamento denti intarsi e otturazioni estetiche Le faccette in porcellana sono sottili lamine in ceramica che vengono cementate sulla superficie esterna (labiale) dei denti anteriori. Lo spessore medio di tali faccette si aggira intorno ai 0.5-0.7 mm. I denti che accolgono una faccetta sono leggermente preparati per far spazio alla ceramica. Tuttavia, la preparazione e’ estremamente conservativa e deve essere mantenuta a livello della porzione piu’ superficiale del dente, lo smalto. Lo smalto consente un’adesione ottimale delle faccette al dente. Indicazioni Le faccette in porcellana hanno una varietà d’indicazioni: denti malformati (conoidi, rettangolari); denti fratturati; aumentati spazi tra i denti (diastemi); denti di pazienti adulti usurati a causa della funzione; denti discromici qualora il trattamento sbiancante sia risultato poco efficace. Vantaggi e svantaggi Le faccette in porcellana richiedono una preparazione del dente estremamente conservativa e consentono il raggiungimento di un risultato estetico che non ha eguali con altri trattamenti. Una volta cementate al dente, rinforzano la struttura dentaria residua; il legame faccette-smalto dentale è il più forte legame che si possa ottenere in odontoiatria con gli adesivi smalto-dentinali, le “colle” che mediano il legame dei materiali da restauro estetici con i tessuti dentari. Pazienti con parafunzione (sfregamento e serramento dei denti) non sono candidati ideali per un simile trattamento; in questi casi, e’ consigliabile risolvere la parafunzione prima di procedere alla progettazione di un processo restaurativo. Le faccette in porcellana rappresentano un eccellente trattamento in tutti i casi in cui si voglia migliorare forma, colore dei denti aumentando il piacere del paziente di sorridere liberamente. Le faccette possono essere mantenute nel cavo orale per molto tempo se vengono seguiti gli appositi protocolli di fabbricazione da parte del dentista e di mantenimento da parte del paziente.
Perché sbiancare i denti!
Studio Dentistico
Dott. Ignazio Giampaolo Marano